Non uno qualunque, uno dei mille

Postato il Aggiornato il

Nievo_Ippolito

Il 150. anniversario dell’Unità d’Italia ha riportato alla memoria di tanti nomi, date, luoghi, fatti dimenticati. Dell’epopea risorgimentale c’è un momento però che nessuno può dimenticare: la Spedizione dei Mille di Giuseppe Garibaldi, quella delle camice rosse che con la loro azione favorirono l’annessione dei territori del Regno delle due Sicilie a quello che diventerà così il Regno d’Italia.

Tra coloro che partirono da Quarto, in Liguria, nella notte tra il 5 e il 6 maggio 1860 per sbarcare a Marsala l’11 maggio, al seguito dell’eroe dei due mondi, c’era anche un padovano, noto però non tanto per le sue imprese militari o per la sua attività politica, quanto per quella letteraria.

Ippolito Nievo (nell’immagine) nasce il 30 novembre 1830 a Padova, a palazzo Mocenigo-Querini, erede della nobiltà mantovana da parte di padre e di quella friulana e veneziana da parte di madre.

Inizia a frequentare il ginnasio a Verona, in un seminario, ma mal sopporta la disciplina e la solitudine, alleviata solo dalle visite del nonno Carlo Marin, amante della letteratura e amico di Pindemonte. Quando il padre Antonio eredita il palazzo di famiglia si trasferisce a Mantova, dove comincia a coltivare amicizie democratiche, rimanendo affascinato dal programma mazziniano. Dopo la fallita insurrezione mantovana, per prudenza si trasferisce in Toscana. Tornato in Lombardia, si diploma a Cremona dove comincia a frequentare la facoltà di legge. Comincia anche la sua attività letteraria, con delle lettere all’amata Matilde Ferrari, che sarà, in negativo, la protagonista del suo primo breve romanzo, Antiafrodiasiaco per l’amor platonico, del 1851.

Alla fine del 1852 torna nella natia Padova per iscriversi all’Università, mentre si divide tra l’attività di giornalista e l’impegno politico.

[Continua su “Piacere, Padova & Complimenti, Padova”]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...