David Campese, il passo che incanta

Postato il Aggiornato il

munari-campese

David Campese è una delle leggende del rugby in Australia, terra dove la palla ovale è quasi una religione. Negli anni ottanta ha però anche illuminato gli occhi degli appassionati padovani, che hanno avuto modo di ammirarlo con la maglia del Petrarca sul terreno del Plebiscito. Alberto Zuccato, storica firma del rugby padovano, racconta la storia del suo arrivo all’ombra del Santo.

“Te si fora de testa”. Così rispose Memo Geremia a Vittorio Munari quando per la prima volta gli manifestò l’intenzione di contattare per il Petrarca, il fuoriclasse australiano David Campese nell’autunno del 1984. “Cossa vuto che el vegna fare a Padova?”, aggiunse, dubbiosissimo Memo, scuotendo la testa.

David Campese in quel momento è il più forte giocatore del mondo, ha da poco compiuto 22 anni ed è titolare dei Wallabies, la nazionale australiana. Sembra una “mission impossibile”, eppure il 17 dicembre del citato 1984, Campese arriva al Petrarca. Geremia gongola, Munari che è l’allenatore, ancora di più. La squadra è già forte, con Campese diventa imbattibile e vincerà tre scudetti consecutivi.

Sono gli ultimi anni del rugby romantico, il professionismo sembra ancora un’eresia per questo sport “da minatori gallesi”, come lo definisce l’ex capitano della nazionale italiana, Marco Bollesan. Campese incanta, il suo “passo dell’oca” sconcerta gli avversari. Il Petrarca vola.

Tre stagioni indimenticabili. Poi David accetta le proposte economiche di Milano, dove gioca fino al 1993.

[Continua su “Piacere, Padova & Complimenti, Padova”]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...