nievo

I padovani tra i mille di Garibaldi

Postato il Aggiornato il

1000-garibaldi

Non c’era solo Ippolito Nievo, senz’altro il più noto, tra i Mille di Giuseppe Garibaldi. A fianco all’eroe dei due mondi erano infatti 21 i padovani protagonisti dello sbarco a Marsala dell’11 maggio 1860 che diede l’avvio all’invasione del Regno delle Due Sicilie. Una lapide in piazza delle Erbe sulla facciata del palazzo del Municipio li ricorda. Sono partiti con gli altri da Quarto (Genova) la sera del 5 maggio 1860 a bordo dei vapori Piemonte e Lombardo. Altri hanno raggiunto Garibaldi in un secondo tempo e tra questi Antonia Masanello di Cervarese Santa Croce assieme al marito Marinello. Si traveste da maschio e riesce ad arruolarsi. Muore di tisi nel 1862 a soli 29 anni. Leggi il seguito di questo post »

Non uno qualunque, uno dei mille

Postato il Aggiornato il

Nievo_Ippolito

Il 150. anniversario dell’Unità d’Italia ha riportato alla memoria di tanti nomi, date, luoghi, fatti dimenticati. Dell’epopea risorgimentale c’è un momento però che nessuno può dimenticare: la Spedizione dei Mille di Giuseppe Garibaldi, quella delle camice rosse che con la loro azione favorirono l’annessione dei territori del Regno delle due Sicilie a quello che diventerà così il Regno d’Italia.

Tra coloro che partirono da Quarto, in Liguria, nella notte tra il 5 e il 6 maggio 1860 per sbarcare a Marsala l’11 maggio, al seguito dell’eroe dei due mondi, c’era anche un padovano, noto però non tanto per le sue imprese militari o per la sua attività politica, quanto per quella letteraria. Leggi il seguito di questo post »